Bonus Cultura di 500€ per i nati nel 1999: come ottenerlo.

bonus-cultura

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la lettera di un genitore che lamentava la difficoltà di ottenere lo SPID per il proprio ragazzo (dello spettro autistico) del quale era amministratore di sostegno. Tale SPID serviva per poter successivamente fare la richiesta per ottenere il “bonus cultura”.

Abbiamo ricevuto alcune segnalazioni di genitori che ci hanno chiesto informazioni su cosa fosse il “bonus cultura”, a chi fosse rivolto e come ottenerlo.

Anche se queste informazioni sono facilmente reperibili via internet, abbiamo deciso di pubblicare anche noi una sorta di vademecum in modo da sfruttare questa interessante ed utile opportunità.


 

Il Bonus Cultura è un’iniziativa a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicata a promuovere la cultura. Il programma, destinato ai nati nel 1999 (e il secondo anno che è attiva questa iniziativa), permette di ottenere 500€ da spendere in:

  • Cinema (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Concerti (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Eventi culturali (biglietto d’ingresso a festival, fiere culturali, circhi)
  • Libri (audiolibro, ebook, libro)
  • Musei, monumenti e parchi (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Teatro e danza (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile, musica on line)
  • Corsi di musica, di teatro o di lingua straniera

Per ottenere il Bonus, ai ragazzi (nati nel 1999 e al compimento del 18 anno di età) basterà accedere al sito https://www.18app.italia.it utilizzando il proprio SPID (sistema pubblico di identità digitale).

Lo SPID, composto da una username e una password, è la soluzione che ti permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Per richiedere e ottenere le tue credenziali SPID devi quindi essere maggiorenne e devi avere:

  • un indirizzo e-mail;
  • il numero di telefono del cellulare che usi normalmente;
  • un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente, permesso di soggiorno)*;
  • la tua tessera sanitaria con il codice fiscale*

* Durante la registrazione può esser necessario fotografarli e allegarli al form che compilerai.

Dovrai quindi registrarti sul sito di uno tra Aruba, InfoCert, Namirial, Poste Italiane, Register.it, Sielte e TIM (che in questo contesto prendono il nome di “Identity Provider“) che ti offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID.

I tempi di rilascio dell’identità digitale dipendono dall’Identity Provider scelto.

Al link che segue, potete trovare le modalità di rilascio di ogni Identity Provider:
https://www.spid.gov.it/richiedi-spid

Nel  caso in cui il neodiciottenne non è in grado di svolgere le sue “azioni quotidiane” tanto da aver assegnato un amministratore di sostegno, Poste Italiane, unico Identity Provider a farlo autorizzato da AgID,  hanno previsto per amministratori di sostegno la possibilità di richiedere l’identità digitale per il soggetto amministrato. 

Per poter procedere, dovranno esser soddisfatte le seguenti condizioni:

  • l’amministratore di sostegno dovrà possedere la propria identità digitale “PosteID abilitato a SPID”;
  • il soggetto sottoposto a tutela deve essere nato nel 1999, e la richiesta può essere fatta se finalizzata ad usufruire del Bonus Cultura (18app.italia.it);
  • la richiesta di identità digitale per il soggetto tutelato deve essere fatta attraverso la procedura online;
  • il tutore/amministratore di sostegno deve allegare anche la documentazione che attesti il suo titolo a rappresentare il soggetto tutelato, oltre che copia di un documento di identità e il codice fiscale.

Questa procedura non prevede l’identificazione in ufficio postale o a domicilio tramite portalettere. Maggiori informazioni potete trovarle scaricando il manuale operativo di Poste Italiane.

Una volta ottenuto lo SPID, sarà possibile accedere sul sito www.18app.italia.it e registrarsi.

A questo punto potrete “creare” i buoni spesa che potranno essere utilizzati sia nei negozi “fisici” che in quelli “online” che hanno aderito all’iniziativa (nel sito 18app.italia.it è riportato l’elenco di tali esercizi).

Il buono creato dovrà essere pari all’importo del prodotto oggetto dell’acquisto (non è previsto che vi diano il resto se il valore del buono è superiore all’importo del prodotto d’acquistare).

Una volta creato il buono, l’importo sarà scalato dai 500€ attribuiti al 18enne.

I nati nel 1999 hanno tempo fino al 30 giugno 2018 per registrarsi sul sito 18app.italia.it (e quindi per poter usufruire del bonus) e potranno spendere i 500€ entro il 31 dicembre 2018.

 

Condividi conShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page