CASTELPORZIANO IN FESTA

Anche quest’anno, in attesa di essere ospiti la prossima estate del centro estivo organizzato presso la tenuta presidenziale di Castelporziano, ANGSA Lazio è stata invitata alla “festa conclusiva delle iniziative di carattere sociale” che si è svolta nella splendida cornice della residenza del Presidente della Repubblica tra il castello, i boschi di querce e i pascoli.

Abbiamo partecipato con una rappresentanza di 5 ragazzi, che sono rimasti colpiti innanzitutto dagli spazi enormi della Tenuta e dalla presenza dei cavalli e poi soprattutto sono stati calamitati dagli stand-laboratori dove hanno potuto toccare con mano semi, semini, frutti, piume, aculei, foglie, conchiglie, terra, spezie, insomma tutto ciò che offre l’enorme ecosistema della riserva, vedere alcuni degli animali (impagliati) che la popolano, preparare bombe ecologiche (terreno e semi impastati da tirare sui terreni privi di vegetazione), imparare a riconoscere le piante dal loro odore, così come scoprire che si può distinguere un orso da un lupo in base sempre all’odore lasciato (fruttato il primo, stallatico il secondo).  Il tutto grazie alla guida e all’ausilio dei carabinieri e dei finanzieri e delle guardie forestali.

E poi la grande festa: il Presidente Mattarella accolto dall’inno interpretato anche dall’orchestra dai guanti bianchi ( bambini sordi che ‘cantano’ con le mani), due piccoli rapaci liberati nella natura, l’esibizione di splendidi esemplari di pastori tedeschi delle unità cinofile, Nino Frassica e le band “The Pladgers” e “Alti e Bassi” che hanno animato il pomeriggio facendo ballare tutti, proprio tutti.

Una considerazione su tutte: il non sottrarsi, anzi, del Presidente all’affetto delle tante persone presenti, tra disabili ed anziani che ad un certo punto lo hanno letteralmente circondato, nonostante il nutrito corpo di guardia, per abbraccialo e farsi un selfie con lui.

E noi siamo riusciti anche a portare a termine una nostra piccola missione: recapitargli l’originale della lettera di un ragazzo che ha subito questa estate uno spiacevole episodio di discriminazione, già denunciato dall’Angsa Lazio, del quale ancora sta scontando gli strascichi a livello emotivo.

Queste le impressioni dei ragazzi:

< alla tenuta del Presidente mi è piaciuto l’esperimento dove dovevo fare un alieno sulla spiaggia, mi è piaciuto odorare i legni con l’odore delle fragole e delle pecore. mi è piaciuto l’inno d’Italia e vedere Mattarella> Federico, 9 anni

<<Ieri siamo andati alla gita al Presidente era proprio bello coi capelli bianchi e l’abbiamo visto anche al telegiornale.

È stato anche divertente che c’erano tutte le baccarelle (bancarelle)

-c’era il bosco coi rumori degli animali a chiudere gli occhi e sono stato bravo mi ha dato la medaglia del lupo

-poi ho fatto il puzzle con l’animale (la lontra) e con le conchiglie e le ho trovate tutte

-e ho messo la mano nella scatola e ho trovato la tartaruga e la corna (un ramo di corna)

-E ho fatto tutto bellissimo

-E poi ho fatto il giretto in carrozza coi due cavalli col signor Antonio che lavora a cinecittaworld colle giostre che ci devo andare

-E poi d abbiamo visto lo spettacolo co cavalli e i cani e le musiche della Disney e abbiamo fatto la merenda molto buona

-E abbiamo fatto tutto. Molto bello.> Massimo, 23 anni… in “massimese”

< Mi sono molto divertita, ho vinto tanti premi: una medaglia fatta con il legno dei boschi di lì con sopra disegnato un lupo in celeste, ho sentito il bosco di notte, sono salita su un cavallo ed ho fatto un puzzle di una lontra.  Mi è piaciuto vedere i cani che saltavano tra il fuoco. Mi sono anche annoiata e alla fine volevo andare via perché non c’era più niente di interessante> Nicole, 15 anni.

E concludiamo con l’esperienza di Ares, 17 anni,  che è stato seduto composto a godersi lo spettacolo ed è riuscito a farsi un bellissimo scatto col Presidente: <io Ares sono andato venerdì alla festa degli autistici e c’erano i cavalli e gli asini! mi sono piaciuti i cavalli e tutti gli animali, ma la musica era troppo forte! ho fatto la foto con Mattarella! >, e di Matteo, un quasi diciottenne, che si è sentito ‘a casa’ ben accolto da tutti, senza problemi nel salutare e nel parlare con chi gli stava vicino e che soprattutto ha gradito particolarmente il finale della festa: l’apertura degli stand di degustazione dei prodotti provenienti dal territorio!

Tutto documentato da un’ampia galleria fotografica!

113 oggetti « 1 di 3 »
Condividi con..